SALERNO, CAPODANNO IN PIAZZA CON TANTE INCERTEZZE.

La fumata bianca per gli artisti che non arriva: l’okay all’utilizzo di Piazza della Libertà che ancora non c’è, ad oggi sono ancora troppi i punti interrogativi, tante indiscrezioni e poche certezze.

La macchina organizzatrice procede senza sosta, così come sono serrate le trattative per ingaggiare artisti di spicco della scena nazionale, ma al momento nessuna notizia è ufficiale.

Nulla di concreto, né dall’amministrazione Comunale né tantomeno dalla società “Anni 60 produzioni” che si occupa dell’organizzazione dell’evento e della proposta musicale; la cosa certa in questo momento è che non ci sono offerte per la notte di San Silvestro.

Solo tanti nomi, tra i più accreditati restano quelli della cantante Annalisa, oppure le ipotesi Gigi d’Alessio e i Pooh, soluzioni trasversali, in grado di accontentare fasce di pubblico eterogenee, dai più giovani alle famiglie.

Ad aggravare la situazione l’incertezza sulla Location di Piazza della Libertà.

Nei giorni scorsi c’è stato l’ennesimo sopralluogo dei tecnici dell’impresa Anni 60 che hanno perlustrato l’intera area in cui si terrà l’evento, partendo dai portici fino ad arrivare ai diversi punti di accesso della piazza per verificare le vie di uscita e mettere appunto un piano di sicurezza capace di integrarsi con quello già predisposto per Luci d’Artista dall’agenzia KLS.

Sarà, appunto, compito della società Studio Kls che si occupa già di ordine pubblico per l’evento Luci d’Artista, gestire e garantire la sicurezza durante lo svolgimento della notte di San Silvestro.

A scogliere le riserve, per fare in modo che il concertone si sposti da Piazza Amendola a Piazza della Libertà, dovranno essere il questore ed il prefetto di Salerno coinvolti nel piano di sicurezza.

Spostare il capodanno in Piazza della Libertà significa anche mettere in campo un budget finanziario maggiore di quello investito negli anni precedenti, maggiori risorse e più uomini al servizio della sicurezza (sono previsti almeno 100/150 unità in più rispetto al normale) necessari per effettuare gli opportuni controlli ai varchi. Parliamo di tenere sotto controllo un’area di più di 22 mila metri quadrati, dove dovranno essere controllati, uno ad uno, tutti i presenti.

A giocare a sfavore della valutazione della location, le ultime disposizioni nazionali che aumentano il livello di allerta Nazionale per prevenire e contrastare eventuali attentati terroristici: a tal fine non si esclude la possibilità di utilizzare cani poliziotto che avranno lo specifico compito di stanare e annusare possibili immissioni di dispositivi esplosivi. Questo, fino ad oggi, è stato uno dei motivi per i quali è stato escluso l’utilizzo di Piazza della Libertà; per l’occasione, sono previsti circa 20.000 spettatori ed è su questi numeri verrà strutturato il piano di sicurezza, necessario a garantire un tranquillo e sereno svolgimento, ma soprattutto a prevenire eventuali situazioni di criticità.

L’unica certezza al momento è che, al netto delle indiscrezioni giornalistiche trapelate da un’intervista al governatore della Regione Campania sulla nuova location, ufficialmente al palazzo di governo di piazza Amendola non è arrivata nessuna comunicazione ufficiale.