PROCIDA – COVID: OLTRE SETTANTA BIMBI E QUINDICI DOCENTI IN ISOLAMENTO

PROCIDA – COVID: OLTRE SETTANTA BIMBI E QUINDICI DOCENTI IN ISOLAMENTO

15 Aprile 2021 Off Di Mimmo Ascolese

Oltre settanta bambini, quindici docenti e tre collaboratori scolastici della scuola dell’infanzia Capraro di Procida sono in isolamento domiciliare e sociale fino al 26 aprile prossimo e le attività didattiche di diverse classi proseguiranno in Dad. La disposizione emanata dalla Asl Napoli 2 Nord si è resa necessaria dopo alcuni casi di contagio da Coronavirus riscontrati tra bambini, insegnanti e collaboratori. E’ stata disposta la sanificazione dell’intero plesso scolastico che ospita tutti gli alunni delle scuole dell’infanzia, primaria e secondaria dell’isola; è frequentata da 900 studenti. Anche a Procida, come ad Ischia e Capri, era stata prevista la vaccinazione di massa della popolazione poi rinviata per le disposizioni del commissariato per l’emergenza Covid. Sulla vicenda il sindaco procidano Dino Ambrosino ha detto all’ANSA: “Lo Stato ha deciso di tenere le scuole aperte anche nelle zone rosse, la conseguenza inevitabile è che la circolazione del virus determina la sospensione delle attività per tante classi. Valuterò la possibilità di sospendere completamente le lezioni in presenza se il contagio dovesse riguardare un numero elevato di alunni”. Un’alunna positiva al Covid-19: una classe posta in quarantena fiduciaria e altre due costrette a seguire le lezioni con il metodo della didattica a distanza. È quanto disposto dall’Asl Napoli 3 Sud in merito ad un caso di contagio registrato in una classe di quinta elementare al secondo circolo didattico Giancarlo Siani di Torre Annunziata. È quanto si legge in una comunicazione inviata dalla dirigente scolastica Lucia Massimo ai genitori e docenti delle tre classi interessati, tutte quinte, al provvedimento, nella quale si spiega come la quarantena per i ragazzi e i docenti della sezione interessata dal caso di positività ”terminerà solo all’esito negativo del tampone effettuato non prima del quattordicesimo giorno” e che il ricorso alla Dad proseguirà fino al prossimo 28 aprile. Sempre la preside ha anche fatto sapere che ieri i locali interessati sono stati sottoposti ad una sanificazione straordinaria.