PIU’ TRASPARENZA NEL RAPPORTO CON L’UTENZA: ATO RIFIUTI AVELLINO A CONFRONTO CON I COMUNI

Maggiore trasparenza nella gestione del rapporto con gli utenti del servizio di raccolta dei rifiuti: questo l’obiettivo che l’Ato Rifiuti di Avellino promuove   attraverso un webinar formativo destinato ai comuni appartenenti all’Ato Rifiuti di Avellino e ai propri gestori. Al centro del momento di confronto la Delibera Arera numero 15 del 2022 in tem,a di regolazione della qualità del servizio di gestione dei rifiuti urbani. Il programma prevede l’apertura dei lavori con i saluti del Presidente Vittorio D’Alessio e le relazioni dell’ingegnere Roberto Del Prete e di Nicola Della Corte, Project Managers della Società “Unica srl” su “Gli obblighi dei Gestori definiti dalla Delibera Arera n° 15/2022” e “La soluzione informatica per la trasmissione dei contenuti della Carta della Qualità”. Nel corso dell’incontro, oltre ad illustrare i contenuti e gli obblighi della delibera Arera oggetto del webinar, verranno definite le attività operative che i Comuni e i Gestori sono chiamati a porre in essere in collaborazione con l’Ente d’Ambito di Avellino. “Cogliamo l’occasione – evidenzia il direttore dell’ente Annarosa Barbati – per invitare i comuni ed i soggetti gestori del servizio integrato dei rifiuti che non abbiamo ancora provveduto, a predisporre una sezione sul sito internet istituzionale dell’ente, dedicata al rispetto degli obblighi di trasparenza previsti dall’articolo 3 del Testo integrato in tema di trasparenza, allegato alla deliberazione Arera n° 444/2019, propedeutica a tutte le attività in argomento”. I vertici dell’ente d’ambito auspicano la più ampia partecipazione al webinar da parte dei Responsabili dei Servizi Finanziari – Tributi e Ambiente dei comuni, nonché dei soggetti gestori dei servizi di raccolta e trasporto dei rifiuti urbani e di spazzamento e lavaggio delle viabilità, dove verranno fornite le indicazioni operative per l’utilizzo del software web su cloud certificato che i gestori dovranno compilare al fine di consentire all’Ato di Avellino di espletare le attività di propria competenza.