CAMPANIA – AMBIENTE: ORGANISMI PROTETTIVI NELLE ACQUE DI NERANO

CAMPANIA – AMBIENTE: ORGANISMI PROTETTIVI NELLE ACQUE DI NERANO

4 Marzo 2021 Off Di Mimmo Ascolese

Sono comparse nelle acque di Nerano, a breve distanza da Punta Campanella, l’Area naturale marina protetta, esemplari di “Salpa maxima” un organismo gelatinoso che vive nelle zone tropicali e si nutre di plancton, simbolo di biodiversità. A differenza delle meduse, tali esemplari non sono urticanti nè pericolosi per l’uomo. Filtrano particelle vegetali e sono preziosi per la salute del mare. A segnalarle al Parco Marino Punta Campanella, è stato un cittadino. Alla segnalazione è seguito il sopralluogo dell’area e la coperta. La “Salpa maxima” vive nelle acque calde ed è rara nel Mediterraneo, soprattutto lungo le coste italiane. In particolari periodi dell’anno le correnti la trasportano sotto costa. Sono organismi filtratori di particelle vegetali, quindi, preziosissimi per la salute del mare. Organismi pelagici, ossia svolgono gran parte del ciclo vitale lontano dal fondo del mare. La zona dell’aerea marina protetta di Punta Campanella si caratterizza proprio per la presenza dell’ambiente pelagico nelle sue acque, soprattutto a Sud, dove, a poca distanza dalla costa, si possono trovare già grandi profondità (circa 1000 metri). Questo arricchisce la biodiversità dell’area marina. (ansa)