CALCIO – PRIMAVERA: SALERNITANA, IANNONE ILLUDE. TRAVOLTA

CALCIO – PRIMAVERA: SALERNITANA, IANNONE ILLUDE. TRAVOLTA

17 Maggio 2021 Off Di Mimmo Ascolese

SALERNITANA 1

COSENZA 4

SALERNITANA: Ciabattini, Guzzo, Perrone, Vignes (29’ st Panarese), Di Micco, Bruschi (1’ st Piervenanzi), Russo (36’ st Visconti), Pezzo, Iannone, Del Regno (1’ st Dommarco), Cannavale (9’ st Palmieri). A disp.: Campisi, De Lucia, Villani, De Iorio. All. Procopio

COSENZA: Borrelli, Duli, Nobile (38’ st Gigliotti), Caracciolo, Szyszka, Mereu, Perrotta (32’ st Musumeci), Gaudio, Belcastro (38’ st Laurito), Basile (7’ st Di Fatta), Micolau (7’ st Arioli). A disp.: Distasi, Tutino, Gallo, Giuliano. All. Gatto

Arb.: Scatene di Avezzano

Ass.: Tempestilli di Roma 2 – Minafra di Roma 2

Reti: 7’ pt Iannone (S), 27’ pt, 34’ pt, 40’ pt Micolau (C), 24’ st Belcastro (C)

Amm.: Perrone (S), Duli (C)

Ang.: 8-1

Rec.: 3’ st.

Al “Volpe” la Salernitana primavera viene superata dal Cosenza. Al 7’ granatini in vantaggio con una punizione di Iannone che vale l’1-0. Al 27’ arriva il pari del Cosenza con Micolau che approfitta di un’indecisione della retroguardia granata. Al 34’ vantaggio degli ospiti: cross per Micolau che viene lasciato colpevolmente libero. Al 40’ tris silano con la tripletta personale di Micolau che vale l’1-3 con cui si chiude la prima frazione di gioco. Al 24’ della ripresa arriva il poker degli ospiti con un’azione di contropiede finalizzata da Belcastro che realizza l’1-4 finale.

“La partita si era sbloccata nel migliore dei modi poi ci siamo complicati la vita da soli. Abbiamo subito tre gol in pochi minuti a causa di letture difensive sbagliate su situazioni di gioco che avevamo studiato ieri. Dispiace per il risultato, serve maggiore attenzione”. Queste le parole del tecnico della Primavera granata Gianluca Procopio al termine di Salernitana-Cosenza. “Dobbiamo continuare a lavorare con lo spirito giusto. I ragazzi non devono abbattersi, serve equilibrio. Adesso mancano due partite e l’obiettivo sarà quello di correggere gli errori commessi e provare a fare il massimo”.