CALCIO – OSIMHEN, ALTRO SHOW: NAPOLI TORNA PRIMO

NAPOLI 2

UDINESE 1

NAPOLI: Ospina, Di Lorenzo (78’ Zanoli), Rrahmani, Koulibaly, Mario Rui, Anguissa, Lobotka, Fabian Ruiz (46’ Mertens) Politano (70’ Zielinski), Insigne (88’ Elmas), Osimhen. All. Spalletti

UDINESE: Silvestri; Becao, Pablo Marí, Zeegelaar, Molina (76’ Samardzic), Pereyra (88’ Jajalo), Walace, Makengo (76’ Soppy), Udogie, Beto (68’ Pussetto), Deulofeu. All. Cioffi

Arb.: Fourneau di Roma

Reti: 22’ Deulofeu (U), 52’, 63’ Osimhen (N)

Amm.: Rrahmani (N), Osimhen (N), Zeegelaar (U)

Esp.: Pablo Marì (U)

Osimhen segna la seconda doppietta in una settimana e dopo il Verona mata anche l’Udinese. In dieci minuti l’Uomo Mascherato decide una partita difficile quanto intensa. Uno di testa, un altro di piede, proprio come al Bentegodi. L’Udinese passa per prima con un colpo d’autore di Deulofeu, poi è un assalto azzurro che culmina poco prima della mezzora con un cross morbido di Mario Rui che trova lo stacco imperioso di Osi. Poi il colpo del sorpasso con una girata di destro che perfora la trincea friulana. Si riprende dopo la sosta a Bergamo, non ci sarà Victor per squalifica.

Giovanni Di Lorenzo, uscito nel finale del match contro l’Udinese, ha riportato un trauma contusivo distorsivo del ginocchio destro. Le sue condizioni saranno valutate nel ritiro della Nazionale. Lorenzo Insigne, Giovanni Di Lorenzo e Matteo Politano convocati dal Ct Mancini per lo spareggio playoff Mondiali Italia-Macedonia in programma il 24 marzo a Palermo.

“Siamo stati lucidi e bravi a mantenere l’equilibrio e a ribaltare la partita”. Luciano Spalletti commenta il successo azzurro contro l’Udinese. “Altre volte siamo stati più precipitosi in gare complicate, oggi invece siamo stati capaci di tenere il campo con la grande volontà di risalire la corrente. L’Udinese è stata bravissima a gestire il pallone ed a recuperare le posizioni soprattutto dopo il gol. Noi siamo stati abili a leggere il match al di là dei moduli. Questa è una capacità che dobbiamo avere sempre perché lo spazio si apre solo laddove te lo lasciano gli avversari”. Su Osimhen: “Probabilmente se lo avessimo avuto sempre avremmo potuto godere di maggiori alternative considerato che abbiamo giocato con 18 uomini ogni 3 giorni. Lui ci mette sempre la testa, il piede e anche una volontà enorme. Ci è mancato in passato e ci mancherà anche nella prossima gara a Bergamo”.

“Abbiamo avuto una grande reazione”. Victor Osimhen ancora super protagonista con la doppietta all’Udinese dopo quella del Bentegodi. “Sono felice dei gol ma soprattutto del successo. È una vittoria molto importante anche perché l’Udinese ci ha messo in difficoltà. Crediamo allo scudetto e vogliamo lottare fino alla fine. La squadra ha dimostrato di avere forza e carattere”.