CALCIO – NAPOLI VIOLA DI RABBIA E DELUSIONE

NAPOLI 2

FIORENTINA 3

NAPOLI: Ospina, Zanoli, Rrahmani, Koulibaly, Mario Rui (87’ Ghoulam), Fabian Ruiz (56’ Mertens), Lobotka (78’ Demme), Zielinski, Politano (46’ Lozano), Osimhen, Insigne (78’ Elmas). All. Spalletti.

FIORENTINA: Terracciano, Venuti, Milenkovic, Igor (86’ Martinez Quarta), Biraghi, Duncan (65’ Maleh), Amrabat, Castrovilli, Nico Gonzalez (86’ Callejon), Cabral (86’ Kokorin), Saponara (65’ Ikonè). All. Italiano.

Arb.: Mariani di Aprilia

Reti: 29’ Nico Gonzalez (F), 58’ Mertens (N), 66’ Ikonè (F), 72’ Cabral (F), 84’ Osimhen (N)

Amm.: Milenkovic (F), Ikonè (F)

La Fiorentina vince al Maradona per 3-2. Il Napoli rallenta la corsa al vertice nonostante una gara molto intensa e vibrante. Gli azzurri non concretizzano l’avvio più brillante sciupando un paio di palle gol. Poi è la Viola a passare alla mezzora con Nico Gonzalez. Il Napoli pareggia con Mertens da poco entrato verso l’ora di gioco. Poi però in contropiede prima Ikonè e poi Cabral marcano il tris. Il Napoli non si arrende e segna un gran gol con Osimhen prima del generoso assalto finale che non produce effetto. Mancano ancora sei partite al termine del campionato. Si ricomincia lunedì di Pasquetta contro la Roma al Maradona.

“È una sconfitta amara che ho difficoltà a digerire”. Luciano Spalletti commenta così la gara contro la Fiorentina. “Mi spiace tantissimo soprattutto per il pubblico. Poi sono amareggiato per l’atteggiamento della squadra perché in settimana ho visto il piglio giusto mentre oggi in campo non siamo stati altrettanto decisi. La Fiorentina non ha rubato nulla, però noi dovevamo fare molto di più. Abbiamo perso duelli individuali ed abbiamo gestito male gli episodi. Probabilmente c’era fallo su Mario Rui sul loro secondo gol, poi dopo hanno avuto più campo per segnare il terzo. Ripeto, c’è amarezza perché la squadra aveva avuto il comportamento e la mentalità giusta sinora. Adesso si fa difficile la lotta allo scudetto, non dipenderà solo da noi”.