CALCIO – IL NAPOLI VINCE ANCHE IN POLONIA

WISLA CRACOVIA 1

NAPOLI 2

WISLA C.: Bieganski, Gruzszkowski (60’ Duda), Szota, Frydrych, Hanousek (60’ Wachowiak), El Mahdioui, Kuvelic, Yeboah (60’ Starzynski, Skvarka (60’ Zukow), Mlynski (46’ Hugi), Brown Forbes (Kliment). All. Guca

NAPOLI: Ospina (88’ Idasiak), Malcuit (70’ Costa), Rrahmani, Koulibaly (70’ Manolas), Mario Rui (70’ Zanoli), Lobotka, Elmas, Machach, Zedadka, Zielinski (7’ D’Agostino), Politano (70’ Gaetano). All. Luciano Spalletti

Arb.: Zlotek di Gorzyce

Reti: 6’ Brown Forbes (W), 69’ Politano (N), 85’ Z. Machach

Amm.: Mario Rui (N), Koulibaly (N), Manolas (N)

Dopo il successo all’Allianz col Bayern Monaco, il Napoli vince anche a Cracovia con il Wisla per 2-1. Un successo che assume connotati di riguardo se si considerano le assenze tra gli azzurri e i carichi di lavoro dopo la prima intensa fase di preparazione. Il pregio del Napoli è quello di aver saputo reagire ad un gol preso a freddo e di aver reindirizzato la gara nonostante le condizioni non certo favorevoli e le difficoltà ambientali. Un’altra prova convincente della incipiente squadra di Spalletti che dimostra autorevolezza e padronanza di idee, oltre che notevole tenacia. La tecnica emerge tutta, poi, nelle due reti azzurre. Politano dopo l’ora di gioco, salta mezza difesa ed infila con un sinistro radente. E nel finale ancora un gioiello di Machach che bissa la prodezza in Baviera di quattro giorni fa. Il Napoli gira e concede il bis nelle due amichevoli di spessore internazionale. Adesso arriva il ritiro di Castel di Sangro per un agosto che porterà poi tra poco più di due settimane all’esordio in campionato.

“Abbiamo dato continuità alla preparazione”. Luciano Spalletti commenta così il successo nel test contro il Wisla Cracovia, che segue il successo di 4 giorni fa all’Allianz Arena col Bayern Monaco. “Si sono viste buone cose in particolare mi è piaciuta la reazione quando siamo passati in svantaggio. Tra l’altro abbiamo giocato in uno stadio pieno di pubblico e di entusiasmo che ci ha fatto rivivere il clima di trasferta. Non era facile risalire”. “Positiva in particolare la riconferma dei giovani, stanno facendo bene affinché si possa ben sperare nel loro futuro”.