CALCIO – EQUIPE CAMPANIA: È TORNATO IL “NIPOTE D’ARTE” ANDREA PISACANE

Ultima settimana di lavoro prima della pausa ferragostana per l’AIC Equipe Campania sede Mugnano. Alla ripresa degli allenamenti, il gruppo ha svolto i consueti test atletici per poi disimpegnarsi in una partitella a metà campo sotto gli occhi vigili del Responsabile tecnico Guglielmo Tudisco e dei collaboratori Vincenzo Maisto e Antonio Rinaldis. Da qualche giorno in gruppo è tornato Andrea Pisacane, esterno/mezz’ala classe 2001 che già la scorsa estate aveva preso parte al ritiro del “Vallefuoco”. Il giocatore, nipote del difensore del Lecce, Fabio, ha vestito per un periodo la maglia della Puteolana nel corso dell’ultima stagione. Altro under di belle speranze aggregato alla rosa di Tudisco è Diego Ciccarelli, poliedrico attaccante classe 2002 che la recente annata ha militato con l’Arzachena dopo essere cresciuto nelle giovanili dello Spezia. L’ultima settimana di lavoro si era chiusa col test disputato contro il Napoli United e perso 2-0: l’occasione è stata propizia per vedere all’opera alcuni elementi non impiegati il giovedì precedente contro l’Avellino, come Alfredo Varsi e Umberto Varriale, o gli under Luca Di Benedetto e Mario Pecorella. Nel frattempo, hanno salutato i compagni Gennaro Cozzolino (finito ad Angri), Giovanni Della Corte (tesserato dal Cassino), Stefano Marotta (rientrato a Sora), Biagio Filogamo (andato a Portici), Paolo Ciardulli (inizierà una nuova avventura con l’Aurora Alto Casertano) e Giulio Cetrangolo (vicino all’intesa con l’Agropoli). A parlare a Casa Equipe Campania è Federico Tumolillo, esterno sinistro classe 2000 che aveva iniziato la scorsa stagione col Gragnano. “È stata un’annata difficile – le sue parole -. Avevo tante speranze e mai mi sarei immaginato che sarebbe successo quello che poi abbiamo visto. Purtroppo in primavera non siamo neanche ripartiti, a differenza di altre squadre di Eccellenza. Il mio curriculum? Ho iniziato alla Palmese per poi passare alla Viribus Somma, con cui ho disputato tutto il campionato di Promozione. Quindi sono andato all’Alatri, sempre in Promozione laziale, prima di essere tesserato dal Sant’Agnello. Sono tutti club a cui sono grato anche se devo dire che l’Equipe Campania rappresenta il percorso che mi ha fatto crescere di più in assoluto. Mister Vanacore lo scorso anno mi ha aiutato tanto in questo senso. Lui mi supportava sempre e si affidava molto a me. Devo ringraziare anche tanti ragazzi più esperti che mi hanno insegnato tantissimo. Sono un esterno sinistro ma spesso sono stato utilizzato anche come mezz’ala”.