AVELLINO – SLOW FOOD CONDOTTA: “RETAIL, QUALI OPPORTUNITÀ E RISCHI PER AGROALIMENTARI E CONSUMATORI?”

AVELLINO – SLOW FOOD CONDOTTA: “RETAIL, QUALI OPPORTUNITÀ E RISCHI PER AGROALIMENTARI E CONSUMATORI?”

1 Marzo 2021 Off Di Mimmo Ascolese

Il 6 marzo 2021, alle ore 11, si svolgerà in diretta Facebook il Convegno sul tema “Retail: opportunità e rischi per imprese agroalimentari e consumatori”, organizzato da Slow Food Condotta di Avellino, col patrocinio morale dell’Ordine dei Tecnologi Alimentari Campania-Lazio. Si parte dai dati: il fatturato annuo della GDO in Italia si aggira intorno ai 90 miliardi di Euro, con un +4% nel 2020 durante la pandemia. Nello stesso periodo, l’e-commerce alimentare è cresciuto del 13%. Ma il Retail rimane il canale principale attraverso il quale la produzione alimentare raggiunge le nostre tavole: dal negozio di vicinato, il cui valore, in termini di servizio, è rappresentato dalla selezione del prodotto artigianale di qualità, nonché da relazione e informazione, al punto vendita della grande catena di distribuzione, spesso preferita per i vantaggi logistici e la gamma di offerta, almeno apparentemente, più ampia ed economica. Allo stesso tempo, non tutte le imprese agroalimentari scelgono di entrare nella distribuzione organizzata, almeno non con le stesse linee dedicate alla rivendita specializzata. La preferenza tra i diversi canali di vendita è il frutto di un’attenta valutazione strategica che tiene conto anche del target di clientela, il cui interlocutore principale resta comunque l’intermediario. Il convegno organizzato da Slow Food Avellino ha l’obiettivo di riunire tutti gli attori, nell’interesse del consumatore che ha il diritto, indipendentemente dalle sue abitudini di spesa, di sapere cosa sta acquistando e a quale “prezzo”, laddove a questo indicatore dovrebbe corrispondere: un contenuto nutrizionale valido, un equo compenso per il produttore e una qualità senza “sconti” anche in occasione di promozioni commerciali. Attraverso questa prima condivisione, Slow Food Avellino APS dà il suo contributo per costruire un percorso di convergenza, verso un consumo sempre più informato e sostenibile sul piano etico ed economico. Un bisogno, peraltro, fotografato da un’indagine Doxa del 2020, dalla quale emerge che gli italiani leggono sempre più attentamente l’etichetta, fenomeno del quale è consapevole anche l’industria agroalimentare.

Ne parleranno insieme:

Vittorio Ciarcia – Imprenditore

Maria Manuela Russo – Vicepresidente dell’Ordine dei Tecnologi Alimentari di Campania e Lazio

Lorenzo Pulerà – Responsabile Assistenza Tecnica di Aprol Campania

Carmela Cerrone – Giornalista enogastronomica

Paolo Bertini – Responsabile Settore Soci e Relazioni Esterne Unicoop Tirreno

Francesco Sottile – Università di Palermo, Comitato Esecutivo Slow Food Italia

Coordinerà: Maria Elena Napodano – Fiduciaria Slow Food Condotta di Avellino.