AVELLINO – OMICIDIO IN PIENO CENTRO, VITTIMA UN 53ENNE. IN CARCERE FIGLIA E FIDANZATO

AVELLINO – OMICIDIO IN PIENO CENTRO, VITTIMA UN 53ENNE. IN CARCERE FIGLIA E FIDANZATO

24 Aprile 2021 Off Di Mimmo Ascolese

Omicidio in tarda serata ad Avellino. È accaduto intorno alle 23 di venerdi in un appartamento del centralissimo corso Vittorio Emanuele. È stato ucciso un 53enne, il geometra Aldo Gioia, funzionario dello stabilimento Fca di Pratola Serra. Sono in carcere la figlia e il fidanzato Giovanni Limata, rispettivamente 18 e 23 anni. Entrambi sono stati bloccati nel cuore della notte nel comune di Cervinara presso l’abitazione del giovane. A quanto pare l’uomo si opponeva alla relazione della figlia con il 23enne, pregiudicato e noto come assuntore di droga. L’omicidio, che secondo gli investigatori sarebbe stato pianificato da tempo, è avvenuto nella tarda serata di ieri, dopo cena, nell’abitazione della vittima. Il giovane, aiutato dalla figlia del geometra che ha finto di andare a deporre di sotto la spazzatura ha favorito l’ingresso in casa del complice, che avrebbe colpito più volte il Gioia, assopito sul divano, con un grosso coltello da cacciatore, senza che questi avesse avuto modo di difendersi. In casa si trovavano la moglie e l’altra figlia che dormivano nelle loro stanze. Sono accorse richiamate dai lamenti della vittima ed hanno chiamato i soccorsi. Per le gravi ferite,  il funzionario è deceduto nella notte in ospedale ad Avellino. Stando ad ulteriori indiscrezioni, i fidanzati diabolici avrebbero premeditato una vera e propria strage. Infatti, il piano avrebbe previsto anche l’uccisione della madre e della sorella maggiore di lei. Comunità sotto choc.